Decreto sulle Semplificazioni: L'Informatica al Servizio del Cittadino

Domenica 29 gennaio 2012 da: Fabio Costantini
Decreto sulle Semplificazioni Informatica al Servizio del Cittadino_6703

Ieri, dopo sei ore di riunione è stato approvato il decreto sulle semplificazioni che dovrebbe rappresentare lo strumento in grado di migliorare la vita dei cittadini italiani.
Vediamo nel dettaglio quali sono le misure che possono interessare la maggior parte delle persone:

- Il cambio di residenza, si potrà richiedere per via telematica e avrà effetto immediato;

- Le procedure anagrafiche che riguardano i fondamentali eventi della vita quali: nascita, matrimonio, morte, cancellazione e iscrizione nelle liste elettorali potranno essere effettuate per via telematica, saranno pertanto più veloci e consentiranno un risparmio di tempo e soldi per la Pubblica Amministrazione. Si stima infatti che si risparmieranno 10 milioni di euro solo per le spese di spedizioni.

- I documenti di identità e di riconoscimento scadranno nel giorno del proprio compleanno;

- Tempi più brevi per il rinnovo della patente di guida dei cittadini con più di ottant'anni che effettueranno il rinnovo ogni due anni direttamente presso un medico monocratico e non più quindi presso una commissione medica locale.

- La prima revisione dell'auto si farà dopo quattro anni dall'acquisto, successivamente ogni due anni, mentre il bollino blu dovrà essere rinnovato ogni anno;

 - Le persone disabili, invece delle attuali attestazioni medico-legali, potranno presentare il verbale di accertamento dell'invalidità per il rilascio del contrassegno per il parcheggio e l'accesso al centro storico. Inoltre godranno di esenzione dal pagamento del bollo auto, dall'imposta  di trascrizione al PRA e di un regime agevolato dell'IVA per l'acquisto dell'auto;

Per il resto, il decreto, che comprende più di 70 articoli, contiene una serie di misure che riguardano vari settori, dall'energia al commercio, alla scuola, ai pagamenti all'INPS che dal mese di maggio dovranno essere fatti tutti con strumenti elettronici. Sarà previsto anche un nuovo programma di sperimentazione delle social-card nei comuni con più di 250 mila abitanti.

motoriblog commenti

feed rss

informazioni

Ritratto di biagio

ottime informazioni per i cittadini grazie.