Nuovo Codice della Strada, ancora più severo verso i neo patentati

Domenica 6 marzo 2011 da: redattore
Nuovo Codice della Strada_5264

Le norme del codice stradale cambiano in continuazione e alle volte per un automobilista starci dietro non è facile; così come non lo è per i vigili urbani che svolgendo una moltitudine di compiti, non riescono a mettere in pratica gli aggiornamenti e la formazione prevista per legge. Proprio in considerazione dei continui cambi delle normative, i sindacati della polizia locale proporrebbero un sistema sanzionatorio più semplificato, dividendo le multe per fasce in modo da risultatre più semplici da applicare per i vigili urbani. Una delle novità più discusse che ad oggi è diventata quasi una telenovela, e che ha creato malumori anche tra i sindacati dei vigili, è quella che ripristina la norma per le limitazioni per i neo patentati; sin dal lontano 2007 era stata proposta la norma che fissava un rapporto peso / potenza per le auto che avrebbero guidato i giovani piloti. Ma fino ad oggi non è mai entrata in vigore ne ha subito modifiche, viaggiando di rinvio in rinvio. La probabile motivazione era che il sistema risultava anomalo, in quanto per determinati casi, era possibili per un neopatentato trovarsi alla guida di un’automobile di grossa cilindrata come un SUV e magari non poter guidare un’utilitaria. Ecco perché era stata rivista apportando un limite di 50 Kw / tonnellata. Con l'ennesimo aggiornamento del Codice della strada di agosto poi è stata rivisitata: per il primo anno di rilascio della patente (farà fede la data dell’esame di guida), il neo patentato non potrà guidare veicoli con un rapporto superiore a 55Kw / tonnellata e in ogni caso le autovetture classificate con un codice M1 che rappresentano quelle che hanno una potenza massima superiore a 70 Kw. Le automobili più recenti riporteranno i valori (in particolare il primo) anche sulla carta di circolazione. La nuova norma sarà valida esclusivamente per tutti coloro che riusciranno ad ottenere la patente a partire da febbraio. E si spera non ci siano altri aggiornamenti prima che automobilisti e vigili urbani imparino le leggi della strada.

motoriblog commenti

feed rss