Anche gli Agenti in piazza contro il caro polizza

Martedì 1 marzo 2011 da: Anonimo
Agenti in piazza contro il caro polizza_5214

Negli ultimi periodi le voci del mercato assicurativo dell'auto, ci portano solo notizie negative; in Italia infatti stipulare o rinnovare una polizza rc auto è diventato un dramma per tutti gli automobilisti in quanto le tariffe sono le più care d'Europa. E la crisi economica che stiamo attraversando rende ancora più salate per i proprietari delle automobili, le polizze. Oltre alla protesta dei cittadini che trovano nelle associazioni dei consumatori la propria voce in capitolo, anche gli Agenti di assicurazione iniziano a battere i pugni e non solo nei confronti delle Compagnie di Assicurazioni. Alcune politiche molto discutibili, come ad esempio le disdette sistematiche di alcune Compagnie in casi di 1 sinistro o addirittura l'abbandono di alcune zone del territori italiano (vedi Sud Italia), comportano anche per gli Agenti delle difficoltà crescenti anche in termini di economia e gestione dell'agenzia. Oltretutto poi le tariffe alte comportano difficoltà enormi nei rapporti con la clientela che rendono il lavoro asscurativo molto più difficile ed estenuante.

Ecco perchè da alcuni periodi, in collaborazione con lo SNA, il sindacato nazionale degli Agenti di Assicurazione, gli Agenti sono scesi realmente nelle principali piazze delle città italiane più grandi per raccogliere firme e protestare affianco ai contribuenti contro il comportamento delle Compagnie di Assicurazione. Quest'ultime continuano a nascondersi dietro le solite teorie di un emergenza incalzante di truffe e frodi nei loro confronti oltre che dal fenomeno dei sinistri falsi che sta diventando una forma mutualistica, anche per piccoli danni che diventano molto più grandi di quello che realmente sono.

E i cittadini cosa possono fare ancora? Per far sentire la propria parola, alcune associazioni per i consumatori hanno istituito una sorta di linea diretta telefonica dove si può fare presente degli aumenti o delle "malegestioni" delle Compagnie assicurative nei loro confronti.

motoriblog commenti

feed rss

risposta

Ritratto di squalo
Ci obbligano a fare l'assicurazione Rc auto, xkè obbligatoria, e poi appena fai un sinistro, ditemi chi nn l'hà mai fatto, ti fanno la disdetta, cazzo, ma ditemi voi se questi nn vogliono rischiare nulla?, finchè nn fai lettere, loro si mettono in tasca pulito pulito tutti i soldi che versiamo, ma appena si tratta di coprirci x il danno "disdetta", è un discorso contraddittorio, e lo stato che dovrebbe garantirci, contro queste angherie, chè fà?, và a braccetto con le assicurazioni...che stato di M...a, tutti interessati a leggere delle varie sexy avventure di Berlusconi o altro personaggio pubblico e affanculo i problemi......

oggi una bella sorpresa...

Ritratto di massimo
oggi mi sono recato a ritirare la mia rca....pagavo 322 euro a semestre...sapete quanto mi hanno chiesto??? premetto che non ho fatto incidenti in questi anni....600 euro ogni 6 mesi....io ho deciso di non farla..faro anche io il truffatore e che dio me la mandi buona...SVEGLIAMOCI TUTTI E PROTESTIAMO!!!

non capisco perchè lo stato non interviene.

Ritratto di ignazio
il 5 marzo 2010 mio figlio subisce un incidente, l'assicuratore mi consigliava di non affidare la pratica ad un avvocato, ed io gli ho dato retta.Conseguenze: un paio di lettere che mi dicevano che non mi potevano liquidare il danno perchè non ha dato la precedenza alla controparte che aveva lo stop e non si è fermata, spedisco le foto e tutto il materiale in mio possesso per dimostrare che la colpa del sinistro è da attribuire solo ed esclusivamente alla controparte. mi pagano come dicono loro senza neanche sentirmi se ero daccordo a ricevere quella somma; alla scadenza del contratto non mi viene rinnovato senza mandarmi nessun avviso, cercavo mi mettrrmi in contatto con qualche responsabile ma non mi è stato possibile, qualche giorno fa mi arrivano le disdette di altri due mezzi un auto ed un'altra moto che avevo assicurati con la stessa compagnia SAI FONDIARIA, sensa nessun motivo. ditevi Voi se questa non è M.....

Capisco questa

Ritratto di fabio
Capisco questa situazione...sono un perito assicurativo dal 2000 e non sono e non posso essere dipendente delle assicurazioni.Dovrei "mediare" il danno e verificare se tutto è regolare, ma di questi tempi chi decide è l'assicurazione che di fatto ci dà lavoro. Il codice etico per la nostra professione parla chiaro ma...siamo in Italia... Comunque si può rivolgere all'ISVAP per contestare il fatto.

Beh da come hai raccontato la

Ritratto di Tommy24
Beh da come hai raccontato la cosa sembra che tu hai ragione, comunque se può aiutarti ho sentito anche altri lamentarsi di quella compagnia soprattutto per prezzi molto alti. L'unica cosa da fare è cambiare compagnia, tanto ne esistono oramai a centinaia e l'unica cosa per poter cambiare la possiamo fare solo noi, cioè se una cosa non ci sta bene CAMBIARE subito la compagnia attuale. facci sapere come si evolverà la cosa! ciao

Sono solo ladri legalizzati

Ritratto di Anonimo
Poi si fa un gran parlare della crisi dell'Auto. Praticamente fai un finanziamento per acquistare l'auto e poi devi fare un Mutuo per assicurarla e lo Stato Italiano.....Muto. Ma poi alla fine come possono intervenire se all'interno dal Governo quelli delle assicurazioni hanno piazzato i loro uomini proprio per non far cambiare niente.....ben vengano assicurazioni false e tarocche....

ti do ragione.

Ritratto di Tommy24
ti do ragione.