Attraversamenti pedonali, colorati sono più visibili e sicuri?

Lunedì 21 febbraio 2011 da: redattore
Attraversamenti pedonali_5130

Ci passiamo sempre sopra sia da pedoni che da automobilisti, ma forse nessuno si è mai chiesto chi decide il colore delle strisce pedonali o come vengono in gergo chiamate le striscie zebrate? In giro se ne vedono di diverse a seconda la città o il paese, a fondo rosso, verde, tricolore, o giallonere in prossimità di cantieri o ancora in prossimità dei centri storici con particolari colorazioni storiche. Il codice della strada non specifica quale colore debbano avere gli attraversamenti pedonali ed è scontato anche che in alcune zone si tenda ad utilizzare colori che rappresentano una sorta di propaganda politica a favore della corrente che governa la città. Proprio questa lacuna del codice e del suo regolamento di esecuzione sui colori hanno permesso di far muovere, nel vuoto normativo, ognuno a suo modo, che, in buona fede o meno, con la scusa di potenziare la visibilità hanno gettato secchiate di vernice ridipingendo le zone di asfalto su cui sono posizionate le strisce. Ma sono davvero più visibili colorate? In alcune condizioni di luce, magari quando c’è penombra, l’occhio umano tende a percepire meglio il contrasto bianco / nero più di quanto possa essere il bianco / rosso e così via. Ma non è di certo solo quello il problema. Infatti questi continui cambi di colore avvenuto sul manto stradale non hanno fatto altro che rendere l’asfalto pieno di insidie sia per i pedoni che attraversano la strada ignari del pericolo, sia delle autovettura che, in caso di frenata di emergenza per l’attraversamento improvviso di un pedone, possono non avere l’aderenza necessaria per evitare guai ancora più grossi in quanto gli spazi di frenata sono superiori a quelli che normalmente si registrano sugli speciali fondi ad alta aderenza che il codice prevede su tutti gli attraversamenti pedonali. Dunque l’unica soluzione plausibile è che le colorazioni delle strisce pedonali debbano avvenire con l'utilizzo dellla pasta del conglomerato.

motoriblog commenti

feed rss

attraversamenti pedonali

Ritratto di Maurizio Zorzetto
ai sensi dell'art. 145 del regolamentto di esecuzione del c.d.s. l'attraversamento pedonale è identificato mediante facie longitudinali di colore bianco e di dimensioni di 0.5 metri di larghezza per 2.5 metri di lunghezza minimo ed intervallate ogni 0.5 metri l'una dall'altra per tutta la larghezza della strada. Come recentemente confermato da una circolare del Ministero Infrastrutture e trasporti, la colorazione del manto stradale mediante vernici che non sia per tracciare la segnaletica così come prevista dal c.d.s. è vietato e pertanto anche la colorazione negli spazi vuoti delle zebrature degli attraversamenti. cosa diversa è invece se l'asfalto dovesse essere naturalmente colorato (generalmente è possibile trovare asfaltature con pigmentazione di colore rosso, ma non esiste asfalto di altri colori). in tal caso, se l'asfalto stradale è colorato, detto colore sarà il colore di sfondo negli intervalli vuoti. diverso risulta essere, infine, l'impiego di materiali sintetici alternativi alla vernice (materiale bicomponente e termoplastici), che presentano generalmente alte qualità di rifrangenza ed aderenza. in questo caso la segnaletica può essere realizzata con detti materiali (purchè siamo certificati per detto impiego dal Ministero), ma sempre e comunque rispettando le previsioni normative e pertanto SENZA INVENTARSI NULLA DI DIVERSO DA QUANTO PREVISTO, DESCRITTO E RAPPRESENTATO COMPIUTAMENTE NEL REGOLAMENTO DI ESECUZIONE DEL CODICE. In conclusione un suggerimento: dato che queste invenzioni, oltre a creare confusione e compromettere la vostra ed altrui incolumità, vengono usati come detto nell'articolo per fini propagandistici politici, CHIEDETE E PRETENDETE CHE I VOSTRI COMUNI NON LI REALIZZINO... cosa che non farebbe male alle casse del Comune (visto che costano ben più della segnaletica normale) e che sarebbero meglio spesi per toppare le buche e migliorare la segnaletica verticale... altro capitolo molto dolente.

colorazione strisce pedonali

Ritratto di Anonimo
Io dico povera Italia. Si parla tanto di sicurezza stradale, con milioni di Euro spesi dallo Stato,Regioni,Comuni,( e fra poco dai Comitati di Quartiere ),per produrre spot, filmati,ed altro al solo scopo di distribuire quattrini agli amici degli amici,e non sanno che gli unici colori ammessi per segnalare i passaggi pedonali sono il bianco sul grigio dell'asfalto. E'ammesso in sostituzione del bianco il colore giallo qualora vi siano dei lavori in corso su parte della strada. Ma io mi chiedo i tecnici,e gli organi di Polizia Stradali cosa fanno? Sanno che è uno dei loro compiti controllare lo stato delle strade e relativa segnaletica? Visto lo stato in cui siamo credo proprio di no o almeno dalla gran parte di questi.-