Apps e Virus anche per le auto del futuro

Mercoledì 26 gennaio 2011 da: Anonimo
Apps e Virus anche per le auto del futuro_4894

In America sono già all’ordine del giorno autovetture in grado di essere accese da remoto o comandate via web; in Europa e soprattutto in Italia da poco tempo sono sul mercato soltanto autovetture che offrono navigatori satellitari con connessioni wireless per cellulari; Ma cosa potrebbe accadere quanto anche le nostre automobili saranno connesse a internet su larga scala?

I vantaggi potrebbero essere ad esempio la possibilità di inviare in tempo reale i dati sulle problematiche dell’autovettura alla centrale operativa in caso di un malfunzionamento (in pratica effettuando l’elettrodiagnosi via web si potrebbe  cercare di risolvere da remoto il problema); o ancora avere un GPS che comanda la nostra autovettura indicando la strada per il luogo selezionato e tenga sotto controllo in tempo reale temperature, pressioni, carichi elettrici e altri parametri primari visualizzabili sul display (questo prodotto già esiste nel mercato americano, lo produce la Garmin ed ha un costo che si aggira sui 150 dollari). E ancora così come per i telefoni palmari di ultima generazione, sarà possibile installare delle cosiddette “apps”, ossia applicazioni che permetteranno di sfruttare la rete anche per altre informazioni.

C’è però un rischio da tenere sotto controllo, ed è quello di un possibile attacco di virus nel sistema informatico dell’automobile che potrebbe creare numerosi danni; i ricercatori Americani hanno già fatto le prime prove ed il risultato è stato poco incoraggiante: Spegnimenti e riaccensione improvvisa del motore, mancato azionamento dei freni, blocco delle serrature e dei vetri elettrici, malfunzionamento del servosterzo, climatizzatore, illuminazione dell’auto, errori nelle indicazioni del tachimetro, malfunzionamento di autoradio e navigatore, inserimento ininterrotto del clacson e, tramite il GPS, il rischio è di veder cambiare il percorso e farci finire altrove rispetto a quanto selezionato.

Ovviamente siamo ancora agli albori di queste tecnologie, ma le società che sviluppano antivirus per pc e telefonini, sono già a lavoro per produrre altrettanti software a difesa delle autovetture, così da renderle a prova di ogni possibile attacco e permettere agli utenti di sfruttare le potenzialità che internet può offrire anche ad un'automobile.

motoriblog commenti

feed rss