Come difendersi dai cosiddetti "Topi d'Auto"

Lunedì 24 gennaio 2011 da: Anonimo
Topi d'Auto_4876

Sempre più spesso capita di sentire parlare di “Topi d’Auto”, ossia ladri specialisti, di solito non italiani (extracomunitiari) provenianti dall’Europa dell’Est o dal Nord Africa che, sfruttano la loro esperienza per individuare e adocchiare auto che hanno mercato, solitamente tedesche e di prestigio, riescono a  prelevarle e metterle a riparo da occhi indiscreti, lasciando poi ad altri “specialisti” il compito di provvedere a mettere fuori uso antifurti satellitari e ad alterare il numero di telaio, oltre a falsificare le targhe, i libretti e i certificati di proprietà. A questo punto la vettura è pronta per essere affidata a corrieri che provvederanno ad eludere i controlli delle frontiere e a portarle a destinazione, di solito Africa, Medio Oriente o Europa dell’Est, senza considerare il traffico di pezzi di ricambio, specialmente in partenza dai porti del Nord Europa; il numero di furti stimato nel 2009 in Italia è di 132 mila vetture, tenendo conto anche di un 30% che rappresenta la quota di furti “simulati” solo per ricevere il risarcimento dalle Compagnie di Assicurazione.

Come possiamo proteggerci dunque da questo fenomeno? Ecco alcuni consigli che speriamo possano esservi di aiuto.

La prima operazione da fare appena si acquista un auto nuova e ad alto rischio furto è assicurarla per Incendio e furto, facendo attenzione a confrontare le tariffe con le percentuali di scoperto (la parte di danno che la Compagnia non indennizza).

L’automobile poi, andrebbe chiusa sempre in un box, ma attenzione a non lasciarla mai aperta magari con chiavi e documenti a bordo, in quanto non è difficile per un ladro esperto forzare l’apertura del garage e portare via con facilità.

L’antifurto satellitare è anche una buona difesa, di sicuro migliore dei dispositivi che strillano inutilmente, creando solo falsi allarmi, anche se i ladri di oggi sanno anche come evitare di far comunicare la centralina con il ricevitore dell'antifurto.

E anche’ importante evitare di parcheggiare in zone poco illuminate, specialmente in periferia o dove c’è meno passaggio; è più sicuro lasciare l’auto davanti ad esercizi pubblici aperti fino a tarda ora, o se siamo in villeggiatura e dobbiamo lasciare l’auto per utilizzare altri mezzi, lasciarla in un parcheggio, possibilmente custodito.

Infine, è importante non lasciare oggetti di valore all’interno del veicolo ed a vista, in quanto attirano l’attenzione del potenziale ladro, anche solo per un piccolo furto che, comunque, ci arrecherebbe un grosso danno (pensiamo ad un vetro rotto o una maniglia forzata).

motoriblog commenti

feed rss

Dati

Ritratto di Giuseppe L.
Quale fonte è stata usata per consultare i dati inerenti alla nazionalità di questi topi d'auto? Vorrei avere modo con consultarla anche io da lettore perché altrimenti la prima parte dell'articolo sembra scritta così per sentito dire. In questo caso andrebbe segnalato.

a volte ti scassinano l'auto

Ritratto di velocity
a volte ti scassinano l'auto per fregarsi l'autoradio e ti fanno dei danni incredibili.