I consigli del Ministero per una guida sicura

Giovedì 20 gennaio 2011 da: Anonimo
I consigli del Ministero per una guida sicura_4831

Quando si tratta di sicurezza alla guida dell'Automobile, anche il Governo si muove in prima persona e attraverso il proprio portale, www.trasporti.gov.it , ha già da tempo pubblicato alcuni consigli per viaggiare in tutta sicurezza, sia per se stessi che per gli altri, compreso le persone che sono a bordo dell'autovettura. Vediamo quali sono i consigli del Ministero dei Trasporti.

Primo: curare con attenzione la funzionalità del veicolo (luci, freni, pneumaticil) in quanto un'automobile in perfetto stato ci permette di viaggiare in tutta sicurezza con la consapevolezza di avere pronta risposta in ogni situazione dal mezzo.

Secondo: Viaggiare sempre a velocità moderata e nei limiti imposti per ogni strada o autostrada.

Terzo: Valutare le proprie condizioni fisiche prima di mettersi alla guida; il sonno e la stanchezza sono fattori di altissimo rischio d'incidente. Quando avvertiamo i primi sintomi, conviene fermarsi per riposare o lasciar guidare un passeggero.

Quarto: Evitare di utilizzare il telefono cellulare quando si è alla guida dell'autovettura, prediligendo auricolari o viva-voce (che comunque possono portare a distrazioni).

Quinto: Evitare di assumere alcool o sostanze stupefacenti quando dobbiamo metterci alla guida; viaggiare sotto l'effetto di queste sostanze può essere molto pericoloso in quanto rallentano enormemente i riflessi e i tempi di reazione.

Sesto: Evitare in determinati casi di assumere farmaci senza il consiglio del medico, in quanto, così come nel caso precedente alcuni farmaci potrebbero portare a rallentamento dei riflessi o sonnolenza.

Settimo: Utilizzare sempre le cinture di sicurezza e farle indossare anche agli altri passeggeri dell'autovettura, importante anche per evitare che in caso di incidente l'apertura dell'air-bag possa provocare ulteriori danni.

Ottavo: Utilizzare il seggiolino per il trasporto di bambini ben ancorato al sedile e nel senso contrario alla marcia; un seggiolino non sistemato bene può diventare in caso di incidente molto pericoloso per la vita del bambino a bordo che verrebbe sobbalzato via.

Nono: Essere cortesi con tutti alla guida, rispettando limiti di velocità in corrispondenza di parco giochi e scuole, dando la precendenza ai pedoni sulle strisce pedonali e facendo attenzione a ciclisti e motociclisti, a volte poco visibili sulla strada e facilmente vulnerabili.

Decimo: Mantenere sempre la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede, non solo per il caso di una frenata brusca, ma anche per non incorrere in rischi quando non abbiamo visibilità completa (ad esempio con la nebbia) o in caso di pioggia o ghiaccio.

 

motoriblog commenti

feed rss

distanza di sicurezza

Ritratto di Anonimo
Il decimo punto come sempre è aleatorio. La distanza di sicurezza ancora una volta è indefinita. In realtà si dovrebbe diffondere il concetto che per mantenere la distanza di sicurezza dobbiamo viaggiare con 3 secondi di distanza da chi ci precede. (da Guida sicura De Adamich) cordiali saluti