RC-Auto: proviamo a risparmiare sulla polizza

Giovedì 13 gennaio 2011 da: Anonimo
RC-Auto: proviamo a risparmiare sulla polizza_4784

Anche il 2011 si prospetta un anno nero per il mercato assicurativo: le Compagnie di Assicurazione hanno già preannunciato che non ci saranno riduzioni sostanziose delle tariffe, anzi il trend pare porti ad ulteriori aumenti, specialmente nelle zone del Sud Italia, colpite in maniera troppo frequente da sinistri a volte poco attendibili, e per i giovani neopatentati, additati di essere troppo pericolosi alla guida.

Quindi per i possessori di automobile, alla scadenza della polizza potrebbe nascere il solito dilemma: chiedere uno sconto alla propria Agenzia di assicurazione o armarsi di pazienza (e tempo libero) e chiedere un preventivo ad altre Compagnie, magari dopo aver visitato il sito dell'Isvap, l'istituto di vigilanza sulle assicurazioni, dove è possibile fare un raffronto tra le varie soluzioni offerte sul mercato.

Nel secondo caso è importante sapere che, sia se si tratti di una Compagnia di vecchia generazione, o una on line, per poter avere un preventivo "personalizzato" che può davvero permetterci di risparmiare, bisogna avere a disposizione alcuni documenti.

Innanzitutto il famoso Attestato di rischio, ossia quel documento che certifica la nostra "carriera" di automobilista , indicando eventuali sinistri causati negli ultimi cinque anni e la classe di merito di assegnazione, fondamentale per determinare il costo della polizza di responsabilità civile auto.

Oltre al sopra citato attestato di rischio, è importante avere con se il libretto di circolazione o il certificato di proprietà, per permettere all'Agenzia di assicurazione o all'operatore telefonico, di recuperare tutti i dati tecnici dell'autovettura necessari per redigere il preventivo, come ad esempio l'anno di immatricolazione, la cilindrata i Kilowatt o il peso per gli autocarri.

Infine, è sempre molto importante avere con se una copia della patente di guida, sia per permettere l'inserimento corretto dei nostri dati (l'età è uno dei fattori principali per il costo della polizza), sia perchè le Compagnie di assicurazione che permettono  di apporre limitazione sulla guida dell'auto, necessitano del numero di patente dell'interessato.

Speriamo che questo semplice consiglio possa darvi la possibilità di risparmiare qualche euro sulla polizza.

motoriblog commenti

feed rss