I distributori di carburante "low cost"

Mercoledì 22 dicembre 2010 da: Anonimo
carburante_4621

Benzina e Gasolio continuano ad aumentare e, specialmente nel periodo delle festività Natalizie, i costi che dobbiamo sostenere per la vita quotidiana  crescono enormemente.

Per risparmiare sul pienzo di benzina però da qualche tempo a questa parte esiste una nuova arma: quella di fare rifornimento presso le cosiddette "Pompe Bianche".

Le "pompe bianche" sono dei veri e propri distributori "low cost", dove si riesce ad acquistare il carburante per la nostra autovettura spendendo anche fino a dieci centesimi di euro in meno a litro; un bel risparmio se considerato sul pieno. Ma come fanno questi distributori ad avere costi così bassi?

Normalmente le stazioni di servizio sono affiliate alle Compagnie Petrolifere che offrono marchio, indicano i colori per la struttura, mandano carburante, accessori e ovviamente impongono il loro prezzo che i gestori non riescono a modificare. Una pompa bianca invece è un distributore che non è affiliato a nessuna casa petrolifera, che si approvvigiona del  "prodotto" su altri canali,  senza marchio (da qui il termine pompa bianca), quindi senza alcun obbligo di acquistare il carburante a prezzi imposti. Una logica che ricorda quella dei cosidetti "discount".

Le pompe bianche sono distributori indipendenti ossia non ci sono costi di marketing o pubblicità. Si tratta di impianti di distribuzione di proprietà di piccoli imprenditori o, fenomeno che l'Italia ha importato dall'Estero, affiliati ad esempio a catene di ipermercati internazionali, come nel casi di Auchan che ha installato nei pressi di alcuni suoi centri commerciali alcune pompre di benzina con prezzi più competitivi rispetto a quelli delle normali stazioni di rifornimento.

Queste "mancanze" si tramutano in risparmio per il consumatore, proprio per questo le Associazioni che li tutelano stanno appoggiando la diffusione delle pompe bianche in Italia, visto che al momento rappresentano solo il 4% della rete di distribuzione Nazionale, e con una maggior presenza tra il Centro-Nord della nazione rispetto ad un Sud ancora in ritardo.

motoriblog commenti

feed rss

Ciao anche io sono del Sud e

Ritratto di Loris2010
Ciao anche io sono del Sud e mi rendo conto che sono tante le difficoltà per chi vuole "emergere" anche con un lavoro in proprio. Speriamo in tempi migliori.

Allora siamo entrambi al

Ritratto di Giuseppe L.
Allora siamo entrambi al corrente della realtà in cui viviamo. Speriamo in un cambiamento, almeno in una riduzione della corruzione e dello strapotere di questo mezzo, non pretendo che si arrivi a zero perché sarebbe impossibile ma almeno tenerla a livelli decenti..

Pompe di benzina

Ritratto di Giuseppe L.
Il vero problema del sud è la camorra che non permette questi sviluppi in piccolo.