Parliamo di bollo auto o anche tassa automobilistica

Martedì 21 dicembre 2010 da: Anonimo
tassa automobilistica_4608

Il bollo, o meglio la "tassa automobilistica" (una volta chiamata "tassa di possesso", è un tributo locale (che paghiamo alla Regione di residenza), che grava su tutti i mezzi a motore in circolazione in Italia (autovetture, autocarri, motocicli, ecc).

Per individuare i soggetti a cui far pagare la tassa, si prendono come riferimento gli automezzi  iscritti al P.R.A. il Pubblico Registro Automobilistico. Il costo invece è calcolato secondo l'imposta che la regione applica e ad alcune differenze per categorie: l'importo del bollo  infatti varia in base ad un parametro, che dipende dalla tipologia del veicolo. Per gli autocarri, l'unità di riferimento è la portata, espressa in quintali; per i ciclomotori e le minicar, viene adottato un sistema di tassa fissa; mentre per le vetture e i motocicli, la tassazione è basata sulla potenza massima del motore, espressa in kW (kilowatt). Tale dato si trova scritto sulla carta di circolazione del veicolo stesso. Negli ultimi anni, in base a normative Europee è stato inserito come parametro di calcolo anche il minor inquinamento che l'auto provoca (Euro 4 e Euro 5) o come  per le auto alimentate a GPL o Metano o ancora le auto elettriche, tutti casi che permettono di pagare meno rispetto anche ad auto più piccole.

Le scadenze del pagamento sono diverse se si tratta del primo pagamento o del rinnovo; ad esclusione di motoveicoli le scadenze sono scaglionate nell'anno per evitare disagi ai contribuenti dovuti alle code agli sportelli. Per pagare il bollo comunque c'è tempo sempre fino all'ultimo giorno del mese successivo a quello della scadenza.

In caso di ritardato pagamento, viene applicato un interesse di mora che si moltiplica per quanti giorni di ritardo viene effettuato; non è escluso che, in taluni casi, è possibile anche una riscossione coatta con addebito di sanzioni.

Il pagamento è facilissimo e si puà fare ovunque: presso la locale sede dell'ACI, alle poste, presso agenzie di pratiche automobilistiche, presso tabaccherie con il sistema del lotto, fino al pagamento on line.

Esistono infine alcune categorie esenti dal pagamento del bollo: I disabili, i veicoli di interesse storico e i veicoli cessati dalla circolazione (non rottamati).

motoriblog commenti

feed rss

bollo

Ritratto di LuKiNo
ma che tassa inutile!!

più che altro è esagerata,

Ritratto di Jack82
più che altro è esagerata, oggi un'auto costa tantissimo, soprattutto se paragoniamo quanto spende un italiano medio con quanto spende un cittadino europeo medio, è incredibile, costi assurdi. A cominciare con la benzina che costa ogni giorno di più, assicurazioni che aumentano ogni anno di più, ma gli stipendi ovviamente rimangono sempre gli stessi!