Freddo e neve: vediamo come proteggere il nostro motore

Sabato 11 dicembre 2010 da: Anonimo
Proteggere il motore_4537

Siamo ormai entrati nel periodo dell'anno in cui il freddo ed il gelo la fanno da padrone e, così come per le persone, anche per la propria automobile ci vuole qualche attenzione particolare per evitare di rovinare i componenti del motore (infatti carrozzeria e vetri, specie quelli di ultima generazione, non hanno "paura" del freddo);

La prima parola che ci viene in mente è "Antigelo"; ma che cosè e a cosa serve?: L'Antigelo è "un additivo liquido utilizzato principalmente per i motori a combustione che serve per evitare che un determinato liquido, esposto a temperature basse possa solidificarsi. Ne esistono di vari e con varie altre caratteristiche aggiuntive. Gli antigelo più conosciuti sono, per il liquido motore, per il carburante e  per il liquido per il lavaggio dei vetri.

In breve l'antigelo consente a tutte le "componenti" liquide del nostro motore di evitare che il freddo possa ghiacciarle così da danneggiare pesantemente la nostra autovettura. Ma come funziona? L'azione dell''antigelo si può paragonare a quella del sale nell'acqua: entrambi abbassano il punto di solidificazione, utilizzando additivi chimici che non danneggiano le componenti della nostra auto.

I liquidi refrigeranti moderni, tutti a base di glicole etilenico, abbassano il punto di congelamento dell'acqua fino a circa -40 °C ma al contempo innalzano il punto d'ebollizione a 110 °C ed oltre! Pertanto, l'attuale compito dell'antigelo è duplice: quando il motore è spento, deve proteggerlo dal freddo, quando è in moto deve gestire efficacemente le temperature d'esercizio, mantenendole costanti per evitare di bruciare le guarnizioni e di grippare o deformare gli organi meccanici.

Abbiamo detto anche che l 'antigelo si utilizza anche per il carburante al fine di permettere l'abbassarmento della temperatura di congelamento della benzina o del gasolio e di consentire quindi ad un motore di avviarsi anche a temperature molto basse e nel liquido lavavetri per averlo sempre funzionante all'occasione.

Il controllo del livello deve essere sempre effettuato a motore freddo, con la vettura in piano e senza oltrepassare i livelli di minimo e massimo indicati sulla vaschetta d'espansione.

Quando si sostituisce il liquido, mediamente ogni due anni, si dovrebbe effettuare anche il lavaggio del circuito di raffreddamento, facendo circolare soltanto acqua al fine di drenare ogni impurità presente nell'impianto.Pur non essendo operazioni difficili, è bene sia il meccanico di fiducia a compierle.

Ad ogni modo, basta recarsi in un negozio specializzato ed acquistare il prodotto già pronto da versare nelle vaschette e il gioco è fatto.

motoriblog commenti

feed rss