Come recuperare i punti persi sulla patente

Venerdì 10 dicembre 2010 da: Anonimo
punti persi sulla patente_4525

Dal 30 Giugno 2003 in Italia è stato istutuito il sistema della "patente a punti", per aumentare la prudenza alla guida e di conseguenza la sicurezza sulle strada ;il meccanismo è molto semplice e si affianca alla "sanzione economica" ossia la classica multa: con l’introduzione della patente a punti a ogni patentato è stato assegnato un monte punti pari a venti, per ogni infrazione fra quelle elencate in una tabella specifica che troverete sul sito della Polizia di Stato si perdono punti fino ad arrivare a zero, caso in cui si riceve una notifica che invita a sottoporsi a nuova verifica all’idoneità tecnica a condurre autoveicoli entro i successivi trenta giorni (in pratica bisogna rifare visita ed esami, con costi che si aggirano da un mini mo di trenta euro fino a  seicento euro) scaduto tale termine se il patentato non ha ottemperato scatta la sospensione a tempo indeterminato della patente.

Va da se che ogni due anni senza penalità si accumulano due punti, (per i neopatentati uno)  fino ad arrivare al massimo che è trenta (oltre non si può andare). Per tutte le infrazioni cumulabili, esiste un limite di quindici punti; in pratica anche se commettiamo più "reati stradali" la somma dei punti che ci verranno tolti non supererà mai quindici; purtroppo non vale lo stesso discorzo per la sanzione economica che in caso di infrazione plurima non avrà limite di somma. Per i neopatentati da meno di tre anni al contrario i punti patente sottratti vengono raddoppiati e si può andare anche oltre il limite dei quindici punti.

Ma se abbiamo perso dei punti come possiamo fare a recuperarli prima di arrivare a zero e rischiare altri problemi? Il modo migliore è quello di partecipare a dei corsi organizzati dalle scuole guida, è importante ricordare però che con questi corsi si possono recuperare un massimo di sei punti se si è titolari di patente A1-A-B-BE o nove punti se si è titolari di patente C-CE-D-DE o CAP, non si torna comunque automaticamente a venti punti. Il corso nelle autoscuole costa circa 150 euro e dura dodici ore, distribuite in due settimane. Chi ha il Cap (certificato che consente la guida di veicoli come i taxi) può guadagnare nove punti ed il corso dura diciotto ore, ed ha anche un costo superiore.

Per controllare in ogni momento il saldo dei punti, il Ministero dei Trasporti ha attivato il servizio online di verifica sulla propria patente consultabile sul sito "il portadellautomobilista.it" o in alternativa telefonando al numero 848 782 782  al costo di una normale telefonata urbana.

Il consiglio che ci sentiamo di darvi, al di là del discorso punti patente è quello di guidare sempre con la massima prudenza avendo cura nel rispettare limiti e regole stradali.

motoriblog commenti

feed rss