Frazer Nash Namir

Martedì 4 agosto 2009 da: redattore

La Frazer Nash Namir concept, l'ultima creazione dell' Italdesign di Giugiaro ha fatto il suo debutto a Ginevra nel 2009. Namir che in lingua araba significa tigre,  ha assunto dal felino linea, prestazioni e colore arancione della carrozzeria. E' una supercar ibrida che monta un motore compatto rotativo tipo Wankel di 800 cc,e lavora insieme a 4 motori elettrici ottenendo così una potenza di 370CV,pari a 270KW. La velocità massima è di 300 km/h e raggiunge 100km/h in 3.5 secondi e un consumo medio di 39 km/l. Possiede una monoscocca in fibra di carbonio che pesa appena 110 kg.

L'auto è dotata di ABS,controllo di trazione e stabilità. Il vano bagagli occupa un volume di 400 litri. La vettura è una coupè ultrasportiva a due posti dalla linea aggressiva con l' andamento sinuoso del frontale e la parte posteriore spigolosa. Il sistema di trazione integrale della Namir è completamente elettrico, così pure la trasmissione, che viene controllata da un software capace di sentire ogni carico di potenza.I comandi della Namir sono situati in una plancia in materiale satinato.

Dietro al volante esagonale alloggiano tre monitor,i quali danno informazioni circa lo stato di carica delle batterie al litio, varie spie, poi ospitano il tachimetro,contagiri,dati di viaggio e controlli del navigatore satellitare.Infine il climatizzatore alimentato da un sistema di pannelli solari. La plancia e i sedili sono in pelle e tessuto inglese in omaggio al marchio inglese.