Chrysler Pacifica, rinascita della monovolume

Mercoledì 13 gennaio 2016 da: redattore
Chrysler Pacifica, rinascita della monovolume_9873

Al Salone di Detroit, la Chrysler Pacifica affermerà il proprio ruolo e sostituirà la Chrysler Town & Country / Lancia Voyager, una delle monovolume con più lunga durata sul mercato. La Chrysler Pacifica è realizzata su una piattaforma di nuova concezione, che consente anche una riduzione del peso complessivo. Migliora il look rispetto alla Voyager, con forme più armoniose e piacevoli e risultante anche più slanciata e dinamica. 

All'interno dell'abitacolo ci sono fino ad otto sedili, con un bagagliaio, la cui capacità di carico arriva addirittura fino a  3.978 litri e i sedili, dotati di tecnologia Stow 'N Go, si ripiegano con molta facilità. Le dotazioni comprendono ingresso senza chiavi, strumentazione digitale, sistema multimediale Uconnect e Active Noise Cancellation, che riduce rumorosità e vibrazioni all'interno. In optional sono offerti il sistema Uconnect Theater, con due schermi da 10 pollici, che si trovano nei poggiatesta della prima fila ed il sistema audio Harman Kardon da 20 altoparlanti. 

La Chrysler Pacifica si presenta in due versioni: benzina e ibrida plug-in. La versione benzina monta un motore Pentastar V6 da 3.6 litri da 287 CV, abbinato al cambio automatico a nove velocità. La versione ibrida include il motore V6 da 3.6 litri, ma con potenza da 248 CV, insieme all'unità elettrica. L'autonomia in modalità solo elettrica è di 48 km e le batterie agli ioni di litio hanno una capacità di 16 kWh. 

Sono numerosi i dispositivi di assistenza e sicurezza, che equipaggiano la Chrysler Pacifica. Arriverà nelle concessionarie nella seconda metà di quest'anno.